rete operatori sociali

forum sulla cooperazione e i servizi alla persona
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 legge sulle droghe

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
luciano
NewMember


Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: legge sulle droghe   Ven Giu 20, 2008 9:56 am

dichiarazioni di Fini sulla legge droghe.........panico!!!





DROGA: FINI, PRESTO ATTUEREMO LEGGE CENTRODESTRA
DROGA: FINI, PRESTO ATTUEREMO LEGGE CENTRODESTRA (ANSA) - ROMA, 10 GIU - «La legge approvata dal centrodestra alla fine di due legislature fa non è mai stata attuata dal centrosinistra. Si tratta ora di attuarla anche attraverso l'adozione di appositi regolamenti». Lo ha detto Gianfranco Fini partecipando alla presentazione del libro di Alessandro Barbano «Degenerazioni. Droga, padri e figli nell'Italia di oggi». Il presidente della Camera ha accusato il Governo Prodi «di avere messo da parte la norma che porta la sua firma e quella di Carlo Giovanardi. »Si tratta di una normativa - ha aggiunto Fini - molto innovativa. Nella scorsa legislatura il Governo si è assunta la responsabilità di approvare provvedimenti che andavano in controtendenza. Ma è sbagliato concettualmente stabilire che esiste una differenza tra droghe leggere e droghe pesanti«. (SEGUE). CSS/MRC 10-GIU-08 19:40 NNN


DROGA: FINI, PRESTO ATTUEREMO LEGGE CENTRODESTRA (2)
DROGA: FINI, PRESTO ATTUEREMO LEGGE CENTRODESTRA (2) (ANSA) - ROMA, 10 GIU - Parlando più in generale del problema delle tossicodipendenze, Gianfranco Fini ha sottolineato che per battere questo costume negativo non sono sufficienti «risposte banali come il luogo comune che i giovani devono essere capiti. Il vero problema - ha aggiunto - non è assecondare una tendenza largamente diffusa nella società contemporanea. La vita non può essere declinata senza regole, senza diritti nè doveri. Il rischio che può colpire il valore della libertà non è l'autoritarismo ma la libertà stessa di esercitare diritti senza avere mai doveri. Bisogna dirlo non solo ai giovani ma anche ai genitori che la libertà di farsi del male è anarchia». Il presidente della Camera ha comunque sottolineato che il problema della tossicodipendenza è diffuso in tutta Europa ed ha ammesso: «è difficile difendere una politica proibizionista contro la droga. Nella società è infatti largamente diffusa la tentazione di dire che la legge e la società non possono imporre ciò che è giusto e ciò che è sbagliato». Gianfranco Fini ha dedicato una parte del suo intervento al recupero dei giovani che assumo droghe: «non importa se le strutture sono laiche o cattoliche. Quello che importa è che non ci si limiti alla somministrazione di stupefacenti sottratti al mercato criminale. Bisogna prendere atto che la droga è una realtà da sconfiggere e per questo è indispensabile - ha concluso il presidente della Camera - contrastare la logica della limitazione del danno». (ANSA). CSS/MRC 10-GIU-08 20:00 NNN



DROGA: FINI, ATTUARE PIENAMENTE LA LEGGE E PROMUOVERE VALORI SANI
DROGA: FINI, ATTUARE PIENAMENTE LA LEGGE E PROMUOVERE VALORI SANI = Roma, 10 giu. - (Adnkronos) - La legge Fini-Giovanardi sulle tossicodipendenze deve essere pienamente «attuata e pensiamo di farlo» attraverso il ricorso ai regolamenti d'attuazione della normativa. È Gianfranco Fini, primo firmatario insieme a Carlo Giovanardi della legislazione in vigore sulla droga, a sottolinearlo mettendo però in guardia sul fatto che «non basta soltanto intervenire con le leggi e con il contrasto». Quello che occorre, rileva il presidente della Camera intervenendo alla presentazione del libro di Alessandro Barbano 'Degenerazioni - droga, padri e figli nell'Italia di oggì (Rubbettino Editore), è «una politica di valori sani» in cui svolgano un ruolo tutte le componenti della società come la Chiesa, le associazioni di volontariato e lo stesso mondo politico«. Si tratta, spiega Fini, di »combattere ciò che si può definire l'anemia morale di chi trova nelle sostanze un motivo per superare la propria condizione di debolezza«. Un fenomeno che deriva anche »dai modelli veicolati dalla società dei consumi, finalizzati alla valorizzazione di quel che appare e non di quel che è. Quante sciocchezze sono state dette o cantate come se fossero il trionfo dell'antagonismo generazionale mentre sono invece la cancellazione dell'identità personale«. (segue) (Mac/Ct/Adnkronos) 10-GIU-08 19:57 NNN


DROGA: FINI, ATTUARE PIENAMENTE LA LEGGE E PROMUOVERE VALORI SANI (2)
DROGA: FINI, ATTUARE PIENAMENTE LA LEGGE E PROMUOVERE VALORI SANI (2) = (Adnkronos) - Per Fini è quindi necessario «non assecondare le tendenze e le tentazioni largamente diffuse nella società, l'errore di chi è convinto che il valore fondamentale della libertà possa essere declinato senza regole o confini determinati». «Oggi il rischio della società contemporanea non è in un eccesso di autoritarismo -ha continuato- ma in una deriva che lede la dignità umana: il rischio è la libertà che diviene anarchia, ma non può esistere la libertà di farsi del male» perchè nel relativismo del 'tutto è lecitò «non si distingue più tra ciò che è bene e ciò che è male». Alla presentazione del volume sono intervenuti tra gli altri monsignor Vincenzo Paglia, Roberto Gervaso e Giuliano Amato. (Mac/Ct/Adnkronos) 10-GIU-08 19:59 NNN
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
zakunin
Admin


Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 16.11.07

MessaggioTitolo: Re: legge sulle droghe   Dom Giu 22, 2008 3:13 pm

Questo signore, negli anni, ha cambiato pelle ma non le sue radici che affondano in un passato fatto di tirannia, sopruso e pregiudizio .
E così ci ritroviamo ad avere una legge da lui promossa che non solo limita la libertà dell'individuo, ma rende impossibile il lavoro per chi con il problema droga, ogni giorno, si trova a combattere affrontandolo senza pregiudizi o supponenza.
Ed è di questa supponenza, figlia di una profonda ignoranza, che siamo tutti vittime.

Vorremmo tutti che il buon gianfranco si presentasse così:

lol!
Purtroppo questo rappresentante della maggioranza parlamentare, è figlio dell'ideologia fascista e, come tale, in questo come in altri campi (immigrazione, per dirne una) non possiamo far altro che aspettarci un attacco continuo a quello che noi crediamo sia giusto: libertà, uguaglianza, rispetto della diversità.

_________________


Nel paese della bugia, la verità è una malattia. (Gianni Rodari)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://retesociale.forumattivo.com
 
legge sulle droghe
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» CITTADINANZA DOPO E PRIMA LA LEGGE 94/2009 (PACCHETTO DI SICUREZZA)
» SEMPRE SULLE ADOZIONI ALL'ESTERO
» LIMITAZIONI ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO 2012 -LEGGE DI STABILITA' 2012
» Separazione, coppia mista, applicare la legge straniera in Italia
» legge 151/2001

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
rete operatori sociali :: settori :: tossicodipendenze-
Andare verso: