rete operatori sociali

forum sulla cooperazione e i servizi alla persona
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 meritocrazia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 

Esiste una crisi della cooperazione (dei suoi valori intendo) come c'è n'è una della politica e della democrazia?
60%
 60% [ 3 ]
no
0%
 0% [ 0 ]
non è proprio la stessa cosa
20%
 20% [ 1 ]
non me ne frega niente
0%
 0% [ 0 ]
spero/credo di no ma tutto me lo fa credere/pensare
20%
 20% [ 1 ]
ce l'hai nel culo amico
0%
 0% [ 0 ]
non saprei
0%
 0% [ 0 ]
Totale dei voti : 5
 

AutoreMessaggio
ceghe
Admin


Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 24.11.07

MessaggioTitolo: meritocrazia   Mer Nov 28, 2007 12:52 am

ultimamente (dopo il libro di floris + puntata di ballarò http://www.ballaro.rai.it/category/0,,1067011--1020,00.html) si è "scoperto" il problema delle raccomandazioni. e in coop le cose come vanno? al di là del problema raccomandazioni io da quando sono nel mondo della cooperazione sociale ho riscontrato e notato (ma forse sono stato distratto/fazioso) che di solito le promozioni (ma anche privilegi di altro tipo) vengono concesse per conoscenze oppure per amicizia o servilismo o nel migliore dei casi comunque caratterizzati da una pressoché totale mancanza di trasparenza. io credo (ma non è solo una mia impressione: vedi le note di Giulio Sapelli forse il più profondo conoscitore del mondo cooperativistico italiano nel suo libro COOP. Il futuro dell’impresa cooperativa, Einaudi, Torino, 2006) che la logica per la promozione e le promozioni debba essere delle/nelle coopertive/imprese sociali il merito. anche perché questo blocco patologico posto (in modo più o meno esplicito) è secondo me una delle cause dell'immobilismo della cooperazione sociale (non credo sia un problema che riguardi solo la "mia" coop... ormai c'è la necessità di un ricambio generazionale di cooperativisti per motivi se non altro storici: la cooperazione sociale nasce per come è adesso nei primi anni novanta e i dirigenti storici per lo più si sono dedicati ad altro: la carriera nelle centrali cooperative, nelle pubbliche amministrazioni o come liberi professionisti... la base è per lo più formata da giovani al primo impiego o da persone disilluse verso la cooperazione.

"[...] la cooperazione, nei suoi diversi livelli – impresa, consorzio e federazione – si riconosce nei valori della Dichiarazione d’Identità sancita dall’Alleanza Cooperativa Internazionale nel Congresso di Manchester del 1995: democrazia, eguaglianza, equità, solidarietà, onestà, trasparenza, responsabilità sociale, attenzione verso gli altri, autoaiuto.” Pag. 21

“L’equità, quindi, è uno dei valori cooperativi storicamente più rilevanti e consente di affermare che la cooperazione, nella sua doppia veste di movimento sociale e culturale e di organizzazione economica, è stata fin dalle sue origini un fattore di civilizzazione e di umanizzazione delle società e del mercato.
Il valore dell’equità presuppone la convinzione secondo cui le persone sono sempre degne di fiducia in quanto capaci di superare i propri limiti e di affermare le migliori qualità, se circondate dal rispetto e dal riconoscimento della loro integrità spirituale e fisica. Rispetto e fiducia nei rapporti interpersonali e intercooperativi procedono di pari passo: fondano la possibilità di un comportamento equo e al contempo benefico per l’integrità morale delle imprese in cui le persone trascorrono grande parte della loro vita. Quando un’organizzazione cooperativa è retta dall’equità, valorizza le persone in virtù dei meriti e non le mortifica attraverso pratiche non etiche quali il ricorso al clientelismo, alla raccomandazione, all’opportunismo e a tutti quei comportamenti che premiano gli incapaci o i meno meritevoli.
La meritocrazia è un valore che deve essere sostenuto e diffuso nella cooperazione con forza e determinazione. La meritocrazia richiama a una profonda attenzione verso l’altro come persona degna sempre e comunque di rispetto e di considerazione delle proprie capacità. Il rispetto e il riconoscimento reciproco sostengono e sorreggono, liberano da una condizione di subalternità e vietano di essere deboli con i forti e forti con i deboli: tutto questo accade quando si esercita l’autorevolezza che persuade e non il potere che comanda. L’attenzione è, con il rispetto e l’umiltà, una delle «virtù penultime», senza le quali non si afferma né la cooperazione né un buon governo di qualsivoglia impresa.” Pag. 22-23

forse vale la pena di rifletterci anche nel caso io abbia visto male o mi sbagli... ma non credo di essere così delirante... o no!? affraid


Ultima modifica di il Ven Gen 04, 2008 3:42 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
zakunin
Admin


Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 16.11.07

MessaggioTitolo: Re: meritocrazia   Mer Nov 28, 2007 1:08 pm

Ho votato si...credo che il mondo della cooperazione sia decisamente in crisi. E questo principalmente per l'enorme commistione che c'è tra politica e mondo cooperativo...e, calcolando la non proprio limpida situazione politica italiana di riflesso, questa torbida situazione arriva a toccare le cooperative.
Credo che, se solo si indagasse superficialmente su interessi particolari ed economici, situazione del lavoratore, situazione della sicurezza sul lavoro, contratti e chi più ne ha più ne metta, gli scheletri negli armadi salterebbero fuori come grilli...
D'altro canto, oltre agli esempi che fai tu sulle assurdità che a volte si riscontrano sul proprio posto di lavoro, di prove sulla non proprio limpida situazione a livello di gare d'appalto, assegnazione di responsabilità al lavoratore, ecc. ce ne sono: vedi l'ultima puntata di report che, ancorchè non incentrata su uno dei nostri settori, ha dato una sbirciata in un pentolone i cui ingredienti della minestra continuano in gran parte a rimanere misteriosi...e probabilmente velenosi...

Che fare? cambiare....ma come?

Grazie inoltre per le segnalazioni letterarie Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://retesociale.forumattivo.com
luciano
NewMember


Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Re: meritocrazia   Lun Dic 31, 2007 10:05 pm

molto bello....sarebbe possibile invitare l'autore e presentare il libro??
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: meritocrazia   

Tornare in alto Andare in basso
 
meritocrazia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
rete operatori sociali :: luoghi :: cooperative-
Andare verso: